BILANCIO SOCIALE 2023: UN ANNO DI VOLONTARIATO IN CROCE BLU

NEL DOCUMENTO IL RACCONTO DI UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO PER I VOLONTARI E LE VOLONTARIE

Il bilancio sociale è un documento previsto dalla riforma del Terzo Settore obbligatorio per legge per tutti gli “enti del Terzo Settore con ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate superiori a 1 milione di euro“. Nel caso della nostra associazione la sua redazione non risulta obbligatoria. Tuttavia, a partire dall’anno 2021, abbiamo comunque deciso di adottarlo quale ulteriore strumento di testimonianza e trasmissione dell’impegno dei tanti volontari e volontarie che operano ogni giorno al servizio della nostra comunità. 

Da allora, il bilancio sociale è diventato il luogo nel quale raccontiamo tutte le attività dell’associazione, con un’attenzione particolare al loro impatto sociale e ambientale, oltre che economico. Il documento, inoltre, viene sempre messo a disposizione della cittadinanza e dei portatori di interesse, per essere costantemente fruibile e consultabile, diventando così fonte di preziose informazioni sulla nostra realtà.

CONTENUTI

Nessuna sfumatura della nostra esperienza del volontariato viene tralasciata nel documento che prende in esame l’anno 2023. Tra le varie sezioni che lo compongono, il lettore può avvicinarsi alla alla Croce Blu di Mirandola scoprendone la storia, conoscendone i volontari e tutte le persone che vi operano. È inoltre possibile consultare le informazioni riguardanti la formazione e il nucleo di Protezione civile, le collaborazioni in essere e tutte le novità introdotte nel corso dell’anno, oltre alle partecipazioni istituzionali che ci hanno coinvolti.

IN PILLOLE

Il 2023 si è confermato un anno di grande passione e impegno: lo dimostrano i numeri che inquadrano l’instancabile impegno dei 174 volontari e volontarie, della nostra dipendente, della volontaria in Servizio Civile e dei collaboratori.

  • I trasporti sociali ci hanno impegnati per percorrere insieme agli utenti 36.127 km. A questi si aggiungono i 20.123 km del servizio dialisi e i 30.365 dei trasporti interospedalieri. Su un totale di 5.255 ore di servizio.
  • Il servizio di emergenza territoriale convenzionato con il SET 118 conta 478 missioni per altrettanti pazienti. Per loro abbiamo percorso 19.107 km.
  • Durante l’attività di assistenza sanitaria, richiesta per 47 eventi ed espletata su un totale di 117 servizi, 19 persone si sono rivolte all’equipaggio per richiedere aiuto. Di questi, 6 sono stati trasportati in Pronto Soccorso per ulteriori accertamenti mentre gli altri sono stati trattati sul posto.
  • Abbiamo dato il benvenuto a 23 nuovi volontari che, divisi in tre diverse sessioni, hanno frequentato il corso di formazione di base per aspiranti volontari. Oggi la loro formazione prosegue affiancando in servizio volontari più esperti.
  • Alle scuole medie abbiamo insegnato a 445 giovani studenti come eseguire una corretta chiamata di soccorso, mentre i 513 studenti delle classi seconde e terze hanno imparato ad eseguire la rianimazione cardiopolmonare, esercitandosi sui manichini.
  • Il nucleo di Protezione Civile è stato particolarmente impegnato sia sul territorio cittadino e provinciale che altrove: sono 55 i volontari partiti per la Romagna. Da non dimenticare poi il campo scuole “la Protezione Civile siamo noi”, gli incontri interni di aggiornamento, l’esercitazione cittadina e due momenti formativi che hanno introdotto al soccorso tecnico 10 nuovi volontari.

Questi dati rappresentano però solo una piccola parte di tutte le attività svolte: vi invitiamo a sfogliare il documento completo qui, a leggere i testi e a guardare le fotografie che, più di ogni altra parola, mostrano il nostro orgoglio di essere volontari.

Buona lettura!